LA SCUOLA NAPOLETANA, DALLA PRATICA ALLA TEORIA

PARTIMENTI

#CremonaMusica2018
#MetodoCatemario #Partimenti

LA SCUOLA NAPOLETANA, DALLA PRATICA ALLA TEORIA 
Fino al 1850 la scuola napoletana studiava la musica dal punto di vista pratico. La teoria era limitata all’essenziale per supportare la pratica musicale, che è preponderante, come nel metodo Catemario. L’insegnamento cominciava da regole semplici, ad esempio cosa suonare sopra una linea melodica d’ottava discendente, o ascendente, e ogni Maestro aveva degli stili suoi da proporre agli allievi. Si procedeva per formule improvvisative. Il basso continuo impone una numerica senza curarsi del contrappunto delle parti e delle imitazioni. I partimenti suggeriscono cosa fare in tutte le parti coinvolte, e sono assai utili ad esempio per comporre anche le fughe. I partimenti sono divisi in sezioni come in un puzzle. Si incastrano liberamente in combinazioni sempre nuove. Potrei decidere di iniziare il Minuetto con una formula, aggiungendone un’altra, poi un’altra ancora che ha insegnato Pergolesi, e una di Cimarosa per finire, in qualsiasi tonalità, variando fin che voglio la melodia nel rispetto della tradizione. In questo modo riuscirei a comunicare efficacemente e ad essere perciò compreso, perché i modelli che uso sono consolidati. Dalla pratica vengono i migliori artisti (stessa cosa vale per il metodo Catemario), dalla pratica viene la teoria e non il contrario. 
#ScuolaNapoletana #BelliEBravi 

La scuola napoletana e il congresso della Società di musicologia

Partimenti

#CremonaMusica2018

#MetodoCatemario #Partimenti

LA SCUOLA NAPOLETANA

Il congresso tenuto in America dalla Società di Musicologia nel 1961 sancì che la scuola napoletana era pure invenzione. Un modo facile ma disonesto d’eliminare una tradizione secolare che è alla base della musica occidentale moderna.

#ScuolaNapoletana #BelliEBravi

Libri per conoscere Mozart

Evento CREMONA MUSICA 2018 (10)

PARTIMENTI
Evento CREMONA MUSICA 2018 (10)
#CremonaMusica2018
#MetodoCatemario #Partimenti
 
 
A Cremona musica, la manifestazione numero 1 al mondo per gli strumenti musicali d’alta gamma, i musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta hanno parlato dell’antica tradizione dei PARTIMENTI
 
(…continua)
 
UN METODO ORIGINALE
Le musiche italiane sono originali perché si reggono sulla tradizione. Hanno una radice comune, per cui ogni artista può sviluppare su medesime strutture diverse musiche e melodie sempre nuove. L’ascoltatore è rassicurato, e la musica piace perché è familiare, e trasmette contenuti condivisi. Si tratta d’un linguaggio che riflette esattamente il periodo in cui è nato. I partimenti erano essenziali per la musica del Settecento. Non insistono sugli accordi ma sull’intreccio delle linee melodiche, secondo la cultura del tempo. Quando nell’Ottocento il sistema dei partimenti è stato sostituito dalla trattatistica teorica, il protocollo di comunicazione che caratterizzava il linguaggio tradizionale ha perso i suoi modelli. Ognuno stabiliva liberamente da autodidatta i suoi parametri, i suoi criteri, e scriveva musica spesso comprensibile solo per lui, o per una cerchia ristretta. Comunicare è condividere, innovare la tradizione è arte, cioè costringere la materia musicale a dire cose nuove.
 
#CremonaMusica #ScuolaNapoletana #BelliEBravi
 
 

Intervista su Radio Vaticana Italia – 11 ottobre 2018

Radio Vaticana

Stasera giovedì 11 ottobre 2018 in onda su Radio Vaticana l’intervista che ci ha fatto Luigi Picardi nel corso della sua trasmissione L’Arpeggio. Parleremo stavolta di Mozart figlio e padre e proporremo esempi musicali.

Trasmissione “l’Arpeggio” di Luigi Picardi (In onda tutti i giorni alle ore 23, con replica il giorno successivo alle 5 di mattina)

Per ascoltare Radio Vaticana Italia:
– Sito web di Radio Vaticana Italia (it.radiovaticana.va) in streaming su Web channel RV 5
– DAB+ Radio Vaticana Italia
– FM 103.8 (Roma) e FM 105 (Roma e Provincia)
– in TV sul canale 733 del Digitale Terrestre Televisivo in tutta Italia
– Tramite la App “Simple Radio” è possibile ascoltare RV Italia anche attraverso smartphone selezionando RV5.

Le trasmissioni saranno disponibili in formato video sul sito www.mozartlacadutadeglidei.it

Luca Bianchini, Anna Trombetta, Mozart la caduta degli dei parte seconda (2017) e Mozart la caduta degli dei parte prima (2016)

novità editoriale

Luca Bianchini, Anna Trombetta, Mozart il flauto magico, (2018)

 

Nuovo ciclo di trasmissioni su Mozart la caduta degli dei

Intervista a Radio Vaticana

Domani, giovedì 11 ottobre alle ore 23 prosegue il nuovo ciclo di trasmissioni su Mozart la caduta degli dei – Parte seconda condotte da Luigi Picardi

Per ascoltare Radio Vaticana Italia:

  • Sito web di Radio Vaticana Italia (it.radiovaticana.va) in streaming su Web channel RV 5
  • DAB+ Radio Vaticana Italia
  • FM 103.8 (Roma) e FM 105 (Roma e Provincia)
  • in TV sul canale 733 del Digitale Terrestre Televisivo in tutta Italia
  • Tramite la App “Simple Radio” è possibile ascoltare RV Italia anche attraverso smartphone selezionando RV5.

Le trasmissioni saranno disponibili successivamente in formato video sul sito www.mozartlacadutadeglidei.it

 

seconda parte della prima puntata della trasmissione L’Arpeggio di Luigi Picardi su Radio Vaticana – Mozart la caduta degli dei

Mozart La Caduta Degli Dei, parte seconda, a Radio Vaticana – prima puntata (parte seconda)

è disponibile all’ascolto la seconda parte della prima puntata della trasmissione L’Arpeggio di Luigi Picardi su Radio Vaticana con la nostra intervista. Il ciclo di trasmissioni è dedicato al nostro libro Mozart la caduta degli dei parte seconda
 
 

Mozart figlio e padre a Radio Vaticana

Giovedì prossimo 11 ottobre alle ore 23 Radio Vaticana trasmetterà la quinta puntata dedicata a Mozart la caduta degli dei parte seconda

Prosegue il nuovo ciclo di trasmissioni su Mozart condotte da Luigi Picardi nel programma musicale L’Arpeggio di Radio Vaticana. Parleremo stavolta di Mozart padre e figlio con esempi musicali.

Vi aspettiamo!

Trasmissione “l’Arpeggio” di Luigi Picardi (In onda tutti i giorni alle ore 23, con replica il giorno successivo alle 5 di mattina)

Per ascoltare Radio Vaticana Italia:
– Sito web di Radio Vaticana Italia (it.radiovaticana.va) in streaming su Web channel RV 5
– DAB+ Radio Vaticana Italia
– FM 103.8 (Roma) e FM 105 (Roma e Provincia)
– in TV sul canale 733 del Digitale Terrestre Televisivo in tutta Italia
– Tramite la App “Simple Radio” è possibile ascoltare RV Italia anche attraverso smartphone selezionando RV5.

Le trasmissioni saranno disponibili successivamente insieme alle 11 puntate già trasmesse gli anni scorsi sul canale mozartlacadutadeglidei e sul sito www.mozartlacadutadeglidei.it

Luca Bianchini, Anna Trombetta, Mozart la caduta degli dei parte seconda (2017) e Mozart la caduta degli dei parte prima (2016)

novità editoriale

Luca Bianchini, Anna Trombetta, Mozart il flauto magico, (2018)

 

A Venezia, a due passi dalla casa dove sono stati i Mozart, vicino a quella dove viveva Luchesi

A due passi dalla casa dove sono stati i Mozart a Venezia (in realtà dovrebbe essere quella di fronte), vicino a quella dove viveva Luchesi (la foto con il ponte e la gondola), c’è il prestigioso Salotto di Casanova nel settecentesco Casino Venier.
 
Lì abbiamo parlato del volume Mozart la caduta degli dei e di Mozart il flauto magico.

Mozart La Caduta Degli Dei, parte seconda, a Radio Vaticana – prima puntata (prima parte, Youtube)

Mozart La Caduta Degli Dei, parte seconda, a Radio Vaticana – prima puntata

(prima parte, YOUTUBE) 
 
su Radio Vaticana con la nostra intervista. Il ciclo di trasmissioni è dedicato al nostro libro Mozart la caduta degli dei parte seconda.
 
 
 
 

International Exhibitions and Festival, la Fiera Musicale n.1 al mondo per gli strumenti musicali di alto artigianato

Ringraziamo il M° Roberto Prosseda per l’invito a Cremona Musica, International Exhibitions and Festival, la Fiera Musicale n.1 al mondo per gli strumenti musicali di alto artigianato.

 
Il libro Mozart la caduta degli dei parte seconda è stato protagonista del primo evento di sabato 29 dalle ore 10.30 alle 11.30 nell’Area delle Edizioni musicali.
 
Alla nostra presentazione è seguito un breve dibattito su alcune problematiche mozartiane.
 
Assente al dibattito lo sparuto gruppo di detrattori, che nei giorni passati ha fatto chiasso su internet. Nonostante l’invito a partecipare, se la sono data a gambe levate, temendo il libero confronto. Noi ci abbiamo messo la faccia, loro ce l’hanno persa.